Ultima modifica: 28 Ottobre 2015

Programmazioni

PROGRAMMAZIONI PER AREE

AREA SCIENTIFICA Biennio
AREA UMANISTICA linguistico-letteraria Biennio
AREA UMANISTICA storico-geografica-artistica Biennio
AREA SCIENTIFICA Triennio
AREA UMANISTICA linguistico-letteraria Triennio
AREA UMANISTICA storico-filosofico-artistica Triennio
EDUCAZIONE FISICA RELIGIONE

VALUTAZIONE

 

 AREA SCIENTIFICA     Biennio

MATEMATICA

FISICA

SCIENZE

Finalità Acquisire le conoscenze e le competenze disciplinari necessarie per frequentare con successo le facoltà’ universitarie scientifico-tecniche

Acquisire capacità logico-critiche, di astrazione, di formalizzazione,  di risoluzione di problemi, di rigore espressivo, di precisione nelle argomentazione e nelle scelte operative, di indagine critica scrupolosa, da spendere sia nel proseguimento degli studi universitari, non solo scientifico-tecnici, sia nel mondo del lavoro.

Attraverso la conoscenza del linguaggio matematico, che e’ il linguaggio della scienza moderna, e di quello informatico, essere in grado di meglio comprendere ed orientarsi nel mondo   attuale, così profondamente modellato dal progresso scientifico e dalla sua continua evoluzione.

Sviluppare la curiosità’ e un atteggiamento di ricerca verso la conoscenza dei fenomeni naturali e degli esseri viventi.

Acquisire un metodo scientifico di lavoro.

Acquisire capacità logico-analitiche ed ipotetico-deduttive, di astrazione e di generalizzazione.

Saper effettuare i collegamenti necessari tra le varie discipline scientifiche.

Obiettivi Capacità di interpretare un testo di matematica.

Capacità di utilizzare il simbolismo e il linguaggio matematico.

Comprensione e conoscenza dei concetti matematici e uso di un linguaggio rigoroso.

Capacità d’intuizione, astrazione, deduzione, formalizzazione.

Acquisizione di un efficace metodo di studio.

Capacità di collegare gli argomenti studiati e di rielaborare i procedimenti risolutivi.

Capacità di comprendere e utilizzare un libro di testo.

Conoscenza e comprensione degli argomenti

Capacità di intuizione, astrazione, deduzione e formalizzazione

Capacità di svolgere e relazionare un’esperienza di laboratorio.

Acquisizione di un efficace metodo di studio

Conoscenza e comprensione dei contenuti fondamentali della disciplina proposta.

Capacità di esprimere le proprie conoscenze con linguaggio e terminologia appropriata.

Conoscenza del metodo della ricerca sperimentale: analisi dei fenomeni ed individuazione delle variabili; formulazione di ipotesi di interpretazione; conoscenza, scelta e gestione di semplici strumenti matematici; possesso delle necessarie abilità operative anche manuali; consapevolezza dell’ambito di validità delle leggi scientifiche.

Capacità di utilizzare criticamente i concetti in contesti diversi e per collegamenti intra e interdisciplinari.

Contenuti minimi comuni N.B. Nonostante la suddivisione seguente tra 1° e 2° anno, il blocco relativo al biennio va considerato nel suo insieme: si richiede che al termine del biennio, anche senza rispettare la cadenza proposta, si siano svolti i contenuti elencati.

Classe prima sperimentale:

Geometria euclidea: i primi assiomi; teoremi sui triangoli, poligoni, circonferenza.

Logica: logica delle preposizioni e cenni di logica dei predicati. Teoria degli insiemi.

Algebra: sistemi di numerazione. Calcolo letterale  fino alle frazioni algebriche. Equazioni di l° grado razionali intere fratte letterali. Relazioni e funzioni.

Informatica: utilizzo di Excel, Derive e Cabri.

Classe prima tradizionaleAlgebra: sino alle equazioni di 1° grado e sistemi di 1° grado

Geometria: sino alla circonferenza.

N.B.: L’attività si svolge prevalentemente nei laboratori di fisica e informatica. Si tiene conto delle reali conoscenze di matematica degli studenti del biennio.

Nonostante la seguente suddivisione tra primo e secondo anno, il blocco relativo al biennio va considerato nel suo insieme: si richiede che al termine del biennio, anche senza rispettare la cadenza proposta, si siano svolti i contenuti elencati.

Classe prima sperimentale:

Misurazione delle grandezze fisiche fondamentali e derivate. Introduzione agli errori di misura. Elaborazione dei dati sperimentali con foglio di calcolo elettronico. Studio delle relazioni funzionali elementari tra grandezze fisiche correlate. Cinematica (moti rettilinei) e dinamica del punto materiale. Statica dei corpi solidi e dei fluidi.

Classe prima sperimentale:

Scienze della Terra

Classe seconda sperimentale

Geometria euclidea: concetto di misura, equivalenza delle figure piane, teorema di Pitagora e di Euclide, similitudini

Algebra: numeri reali

risoluzione di equazioni di 1° grado con coefficienti irrazionali , disequazioni intere e fratte, sistemi di disequazioni; equazioni di 2° grado, sistemi di equazioni di 1° e 2° grado, sistemi di disequazioni di 2°, concetto di valore assoluto e applicazione alle equazioni e disequazioni, semplici equazioni irrazionali.

Elementi di geometria analitica: retta; parabola e circonferenza: equazioni e grafici. Problemi di algebra applicata alla geometria di 1° e 2° grado.

Informatica: utilizzo di Excel, Derive e Cabri.

Classe seconda tradizionale

Geometria euclidea: concetto di misura, equivalenza delle figure piane, teorema di Pitagora e di Euclide, similitudini. Algebra: numeri reali , risoluzione di equazioni di 1° grado con coefficienti irrazionali, disequazioni intere e fratte, sistemi di disequazioni; equazioni di 2° grado, sistemi di equazioni di 1° e 2° grado, sistemi di disequazioni di 2°, concetto di valore assoluto e applicazione alle equazioni e disequazioni, equazioni irrazionali.

Teoria della misura , equazioni di grado superiori al 2°. Disequazioni intere e fratte riconducibili al 2° grado.

Classe seconda sperimentale

Completamento della cinematica e della dinamica del punto materiale (moti curvilinei) e principio di conservazione della quantità del moto. Ottica geometrica. Temperatura e calore.

Classe seconda sperimentale

Ambiente, biodiversità, cenni di genetica, anatomia, fisiologia ed evoluzione.

Approfondimenti:

In alcune classi anche botanica con esercitazioni pratiche tramite l’utilizzo del giardino dello Istituto, microbiologia, riciclaggio dei rifiuti.

Classe seconda tradizionale

Elementi di chimica generale organica ed inorganica.

Citologia.

Cenni di sistematica relativi alle più semplici forme viventi.

Verifica Almeno tre prove scritte a quadrimestre e due verifiche per l’orale.

Tipologia delle prove scritte: risoluzione di esercizi e problemi.

Orale: interrogazioni ed eventualmente test.

Almeno due verifiche  per quadrimestre di tipo orale e/o test ed una relazione scritta di laboratorio. Almeno due verifiche per quadrimestre, una orale ed una scritta (secondo le tipologie previste dalla terza prova scritta dell’esame di Stato).

Inoltre: prove di laboratorio.

Recupero In itinere in orario curriculare.

Eventuali corsi extracurriculari per alunni in difficoltà.

In itinere in orario curriculare.

Eventuali corsi extracurriculari per alunni in difficoltà.

In itinere in orario curriculare.

Eventuali corsi extracurriculari per alunni in difficoltà.


AREA UMANISTICA linguistico-letteraria    Biennio

ITALIANO

LATINO

LINGUA STRANIERA

Finalità Saper ascoltare e comprendere messaggi orali di diverso tipo in italiano corrente, saperne individuare e ritenere gli elementi  più importanti, saper prendere appunti.

Saper leggere, comprendere e riassumere testi letterari e non in lingua italiana corrente, distinguendo le diverse tipologie di testo; in particolare per quanto riguarda i manuali scolastici: saper identificare i concetti e le informazioni più importanti dei diversi capitoli o paragrafi, saperle memorizzare, saperle utilizzare anche in contesti diversi o per la  risoluzione di specifici problemi.

Sapersi esprimere oralmente e per iscritto in modo chiaro, formalmente corretto, pertinente alla richiesta, usando una terminologia appropriata alle varie discipline.

Attraverso lo studio sistematico  e rigoroso della lingua e la pratica della traduzione, sviluppare le capacità logico- critiche, ampliare il patrimonio lessicale e approfondire la consapevolezza teorica dei fenomeni linguistici,  così da migliorare la competenza linguistica in italiano, la comprensione della lingua letteraria, lo studio delle lingue straniere, la capacità di orientarsi nella molteplicità dei linguaggi e dei mezzi di comunicazione.

Attraverso lo studio della cultura e letteratura latina, approfondire ed integrare la conoscenza complessiva dello sviluppo storico della cultura europea.

Saper comunicare oralmente e per iscritto con persone di diversa nazionalità (usando la lingua straniera come lingua veicolare, specialmente nel caso dell’inglese) nei rapporti interpersonali, nel mondo dello studio e del lavoro.

Possedere il livello di conoscenza della lingua straniera necessario per la frequenza universitaria.

Aprirsi a comprendere e accettare culture e tradizioni diverse ed acquisire un’indispensabile apertura mentale per diventare cittadini europei e del mondo.

Arricchire il proprio patrimonio umano e culturale attraverso lo studio e la conoscenza di grandi opere della letteratura straniera.

Arricchire la propria competenza letteraria e consapevolezza storica attraverso l’integrazione ed il confronto fra la letteratura straniera e quelle italiana e latina.

Obiettivi Sapersi esprimere oralmente con chiarezza e proprietà.

Saper  utilizzare con chiarezza e proprietà la lingua italiana  scritta: grafia chiara e comprensibile, corretto uso dei modi e dei tempi verbali, delle strutture sintattiche, della punteggiatura; proprietà lessicale.

Saper produrre testi di vario tipo (riassunto, relazione, testo descrittivo, narrativo, espositivo, argomentativo)  formalmente corretti, logicamente coerenti e adeguati al contesto comunicativo.

Saper analizzare testi in prosa, letterari e non: identificazione della tipologia testuale, divisione in sequenze, temi.

Saper analizzare il testo letterario narrativo: riconoscere le principali strutture narratologiche e i caratteri stilistici più significativi, sapendone cogliere la funzione espressiva.

Saper analizzare il testo poetico nella sua specificità; saper effettuare  la parafrasi di una poesia, coglierne il senso complessivo e le tematiche, riconoscerne i caratteri formali ai vari livelli  (metrico-ritmico, fonosimbolico, lessicale, sintattico, retorico) sapendone cogliere la funzione espressiva.

Acquisire   una  conoscenza sicura  delle strutture morfologiche e sintattiche di base.

Saper utilizzare il vocabolario in maniera corretta.

Saper tradurre in italiano corretto e coerente passi latini di non gran complessità.

Acquisire conoscenze relative alla storia e alla civiltà latine.

Acquisire competenze linguistiche e culturali di base relative al mondo di lingua inglese o francese .
Contenuti minimi comuni Classe prima

Analisi, comprensione e rielaborazione di un testo espositivo e narrativo di non eccessiva complessità.

Analisi del testo epico.

Produzione scritta di riassunti, testi espositivi e narrativi; avviamento al testo argomentativo e all’analisi testuale.

Studio puntuale delle strutture morfosintattiche di base.

Classe prima

Conoscenza delle strutture morfosintattiche di base, finalizzata alla traduzione dal latino di un testo non complesso in un italiano formalmente corretto e logicamente consequenziale.

Classe prima

Formulazione e comprensione di frasi semplici, nelle forme positiva , negativa e interrogativa; uso corretto dell’ausiliare; conoscenza delle proposizioni subordinate essenziali.

Inglese

I tempi verbali presente, passato, futuro e delle forme positiva, interrogativa, negativa. La forma di durata. I principali verbi modali. I sostantivi, gli articoli. Gli indefiniti. Gli aggettivi (con comparativo e superlativo).

Francese

(corso sperimentale)

Gli articoli, il partitivo, aggettivi possessivi, dimostrativi, ordinali. Il plurale. Il femminile.

Indicativo presente, passato prossimo, futuro semplice. L’imperativo. La forma negativa ed interrogativa.

I pronomi personali, dimostrativi, interrogativi. Le preposizioni di luogo e di tempo. I gallicismi. Il comparativo.

Classe seconda

Analisi e comprensione dei testo poetico. Produzione scritta  di testi espositivi,  narrativi, argomentativi  e di analisi  testuale.

Approfondimento e completamento della morfosintassi.

Classe seconda

Approfondimento e completamente dello studio delle strutture morfosintattiche di base, finalizzato alla traduzione di testi più complessi.

Classe seconda

Formulazione e comprensione di frasi complesse; capacità di riassumere brevi testi e di esporli.

Capacità lessicali di base.

Inglese

Forma passiva, periodo ipotetico, discorso indiretto,  modali.

Francese

(corso sperimentale)

Pronomi relativi e possessivi.

Avverbi di modo. Il superlativo.

La forma passiva. Congiuntivo, gerundio, participio presente, condizionale. Indicativo: trapassato prossimo, futuro anteriore, futuro nel passato.

Discorso diretto ed indiretto.

Le proposizioni ipotetiche.

Verifica Almeno tre compiti scritti  a quadrimestre  di varie tipologie.

Almeno due verifiche valide per l’orale (interrogazione o test).

Almeno tre compiti scritti a quadrimestre di varie tipologie.

Almeno due verifiche valide per l’orale.

Almeno tre verifiche scritte a quadrimestre (tipologia: strutturali, di comprensione  e di produzione).

Almeno due verifiche orali a quadrimestre (correzione di esercizi, conversazione, controllo grammaticale e lessicale, comprensione in laboratorio).

Recupero In itinere in orario curricolare

Eventuali corsi extracurricolari per gli alunni in difficoltà.

In itinere in orario curricolare.

Eventuali corsi extracurricolari per alunni in difficoltà.

In itinere in orario curricolare

Eventuali corsi extracurricolari per alunni in difficoltà.


AREA UMANISTICA  storico-geografica-artistica   Biennio

STORIA

GEOGRAFIA

DISEGNO-STORIA ARTE

Finalità

Conoscenza dei dati essenziali relativi alle epoche e alle civiltà oggetto di studio.

Comprensione dei concetti e uso appropriato della terminologia specifica relativa ai principali fenomeni e istituzioni delle epoche e civiltà oggetto di studio.

Avvio all’analisi delle fonti e al confronto fra interpretazioni storiografiche diverse.

Avvio alla valutazione di istituzioni o fenomeni storici complessi.

Acquisire la consapevolezza della complessità del rapporto uomo-ambiente.

Saper collocare i fenomeni geografici nello spazio e nel tempo.

Acquisire una corretta metodologia di osservazione indiretta dei fenomeni geoantropici.

Saper vedere, come educazione all’analisi e all’osservazione.

Saper comprendere i sistemi di rappresentazione spaziale, grafica e pittorica, sia sotto l’aspetto tecnico (p. es. la prospettiva) sia dal punto di vista storico-culturale.

Saper usare le tecniche grafiche di rappresentazione formalizzata in modo autonomo, consapevole e creativo, utilizzandone anche le potenzialità espressive ed estetiche.

Conoscere le linee essenziali dello sviluppo storico della pittura, della scultura  e dell’architettura dall’antichità  al Novecento con riferimento agli autori ed alle opere più significativi.

Sviluppare la sensibilità estetica.

Obiettivi Conoscenza di una adeguata quantità dei contenuti proposti.

Capacità di esporre con chiarezza usando la terminologia appropriata.

Capacità di effettuare semplici analisi e concettualizzazioni.

Conoscenza di una adeguata quantità dei contenuti proposti.

Capacità di esporre con chiarezza usando la terminologia appropriata.

Capacità di effettuare semplici analisi e concettualizzazioni

Disegno

Comprensione e assimilazione degli argomenti

Capacità di corretta risoluzione grafica secondo le norme UNI nel tempo assegnato.

Storia dell’Arte

Conoscenza di una adeguata quantità dei contenuti proposti.

Capacità di analisi delle opere proposte

Uso corretto della terminologia

Contenuti minimi comuni

Classe prima

Storia orientale e greca.

Storia romana, indicativamente fino ai Severi.

Educazione civica:

Diritti e doveri dello studente

Classe prima

Il rapporto uomo-ambiente: le varie tipologie di insediamenti umani e di sfruttamento delle risorse in relazione ai principali ambienti ed aree climatiche e all’evoluzione storica.

Il mondo attuale: analisi di alcuni grandi problemi dell’oggi dal punto di vista geopolitico, economico e dell’equilibrio ecologico.

Classe prima

Disegno

Costruzioni geometriche.

Nozioni e concetti fondamentali delle proiezioni ortogonali e rappresentazione proiettiva di figure piane e soldi geometrici

 

Classe seconda

Completamento dello studio della storia romana.

Storia medioevale, indicativamente fino alla metà del secolo XIV.

Educazione civica:

Diritti e doveri del cittadino

 

Classe seconda

Disegno

Proiezioni ortogonali di solidi

in posizione normali e inclinati rispetto ai piani e realizzate con particolari metodi proiettivi (rotazione e piano ausiliario ribaltato).

Assonometrie di solidi e di semplici elementi architettonici realizzate con vari sistemi assonometrici

Storia dell’Arte

Caratteri generali di architettura, scultura e pittura dalla civiltà preellenica alla civiltà romana, con analisi di alcune opere e autori più significativi.

Verifica Almeno due verifiche valide per l’orale a quadrimestre. Almeno due verifiche valide per l’orale a quadrimestre.

Disegno

Almeno tre elaborati grafici a quadrimestre.

Storia dell’Arte

Almeno due verifiche quadrimestrali con test di tipologie differenziate.

Recupero In itinere in orario curricolare In itinere in orario curricolare In itinere in orario curricolare

Eventuali corsi extracurricolari per alunni in difficoltà.


AREA SCIENTIFICA Triennio

MATEMATICA

FISICA

SCIENZE

Finalità

Acquisire le conoscenze e le competenze disciplinari necessarie per frequentare con successo le facoltà universitarie scientifico-tecniche

Acquisire capacità logico-critiche, di astrazione, di formalizzazione,  di risoluzione di problemi, di rigore espressivo, di precisione nelle argomentazione e nelle scelte operative, di indagine critica scrupolosa, da spendere sia nel proseguimento degli studi universitari, non solo scientifico-tecnici, sia nel mondo del lavoro.

Attraverso la conoscenza del linguaggio matematico, che è il linguaggio della scienza moderna, e di quello informatico, essere in grado di meglio comprendere ed orientarsi nel mondo   attuale, così profondamente modellato dal progresso scientifico e dalla sua continua evoluzione.

Sviluppare la curiosità e un atteggiamento di ricerca verso la conoscenza dei fenomeni naturali e degli esseri viventi.

Acquisire un metodo scientifico di lavoro.

Acquisire capacità logico-analitiche ed ipotetico-deduttive, di astrazione e di generalizzazione.

Saper effettuare i collegamenti necessari tra le varie discipline scientifiche.

Obiettivi

Capacità di interpretare un testo di matematica.

Capacità di utilizzare il simbolismo e il linguaggio matematico.

Comprensione e conoscenza dei concetti matematici e uso di un linguaggio rigoroso.

Capacità d’intuizione, astrazione, deduzione, formalizzazione.

Acquisizione di un efficace metodo di studio.

Capacità di collegare gli argomenti studiati e di rielaborare i procedimenti risolutivi.

Capacità di comprendere e utilizzare il libro di testo.

Conoscenza e comprensione degli argomenti.

Capacità di intuizione, astrazione, deduzione e formalizzazione.

Capacità di svolgere e relazionare un’esperienza di laboratorio.

Acquisizione di un efficace metodo di studio.

Conoscenza e comprensione dei contenuti fondamentali

della disciplina proposta.

Capacità di esprimere le proprie conoscenze con linguaggio e terminologia appropriata.

Conoscenza del metodo della ricerca sperimentale:

analisi dei fenomeni ed individuazione delle variabili; formulazione di ipotesi di interpretazione;

conoscenza, scelta e gestione di semplici strumenti matematici;

possesso delle necessarie abilità operative anche manuali; consapevolezza dell’ambito di validità delle leggi scientifiche.

Capacità di utilizzare criticamente i concetti in contesti diversi e per collegamenti intra e interdisciplinari.


Contenuti minimi comuni N.B.: Per le classi di matematica sperimentale e di fisica sperimentale, nonostante la suddivisione seguente tra 3°, 4° e 5° anno, il blocco relativo al triennio va considerato nel suo insieme: si richiede che al termine del triennio, anche senza rispettare la cadenza proposta, si siano svolti i contenuti elencati .
Classe terza sperimentale

Algebra: equazioni e disequazioni  di grado superiore al 2°, equazioni e disequazioni irrazionali, funzioni,  vettori con le loro operazioni.

Geometria analitica: retta, circonferenza, parabola, iperbole, ellissi  con problemi.

Trigonometria: goniometria, teoremi e problemi applicativi.

Informatica: concetto di algoritmo e struttura dell’elaboratore. Istruzione di lettura, scrittura; istruzione di selezione e cicli iterativi in un linguaggio di programmazione.

Classe terza tradizionale
Geometria analitica: retta, parabola, circonferenza, ellissi, iperbole. Logaritmi ed esponenziali. Geometria solida: rette e piani nello  spazio; angoloidi.

Classe terza sperimentale

Principi di conservazione. Introduzione alla dinamica dei corpi solidi. Gravitazione. Elettrostatica. Correnti elettriche nei metalli. Termodinamica.

Classe terza  tradizionale

Cinematica. Statica. Dinamica.

Principi di conservazione. Gravitazione universale.

Classe terza Sperimentale

Chimica generale ed inorganica.

Cenni di chimica organica.

Classe terza  tradizionale

Sistematica animale e vegetale.

Anatomia e fisiologia umana.

Genetica ed evoluzione.

Cenni di ecologia.

Classe quarta

Sperimentale

Numeri complessi. Logaritmi ed esponenziali.

Geometria solida: incidenza, parallelismo, ortogonalità nello spazio, figure solide.

Matrici e sistemi lineari. Geometria delle trasformazioni.

Analisi infinitesimale: cenni di topologia, limiti di successioni e di funzioni.

Informatica: sottoprogrammi e array mono e bidimensionali in un linguaggio di programmazione.

Classe quarta tradizionale

Trigonometria.

Geometria solida: aree e volumi.

Analisi infinitesimale: sino ai limiti.

Classe quarta

sperimentale

Moto armonico. Onde meccaniche. Ottica ondulatoria. Magnetostatica. Interazione tra correnti elettriche e magneti.

Classe quarta

tradizionale

Statica dei fluidi. Temperatura e calore. Termodinamica. Onde meccaniche. Ottica   geometrica e ondulatoria.

Classe quarta

sperimentale

Biologia molecolare, anatomia e fisiologia.

Approfondimenti

Laboratorio di studio sull’inquinamento acustico.

Classe quarta

Tradizionale

Chimica generale  ed inorganica, cenni di chimica  organica.

Classe quinta sperimentale

Analisi: dalle derivate agli integrali.

Calcolo combinatorio, calcolo delle probabilità.

Analisi numerica: soluzione di equazioni e integrazione numerica.

Informatica: programmi applicativi.

Classe quinta

 Tradizionale

Analisi: derivate, integrali

Calcolo combinatorio.

Classe quinta sperimentale

L’elettromagnetismo di Maxwell. Relatività ristretta. La crisi della fisica classica e introduzione alla fisica quantistica. Introduzione alla fisica delle particelle elementari o alla fisica nucleare o all’astrofisica. Elaborazione statistica dei dati sperimentali.

Classe quinta

Tradizionale

Elettrostatica. Magnetostatica. Correnti elettriche. Elettromagnetismo. Introduzione alla relatività ristretta.

Classe quinta  sperimentale

Minerali e rocce, geologia, astronomia, geomorfologia ed argomenti scientifici di attualità legati all’ambiente e all’individuo.

Approfondimenti

Onde elettromagnetiche.

Classe quinta

Tradizionale

Minerali e rocce, geologia, astronomia, geomorfologia.

Recupero

In itinere in orario curricolare.

Eventuali corsi extracurricolari per gli alunni in difficoltà.

In itinere in orario curricolare.

Eventuali corsi extracurricolari per gli alunni in difficoltà.

In itinere in orario curricolare.

Eventuali corsi extracurricolari  per le classi quinte.

Verifica

Almeno tre prove scritte a quadrimestre e due verifiche per l’orale.

Tipologia delle prove scritte: risoluzione di esercizi e problemi

Orale: interrogazioni ed eventualmente test secondo le tipologie previste per l’Esame di Stato.

Almeno due verifiche a quadrimestre, in forma orale o di test; per il corso sperimentale, anche una relazione scritta di laboratorio. Almeno due verifiche a quadrimestre, una orale e una scritta secondo le tipologie richieste per l’esame di Stato.

Inoltre, verifiche di laboratorio.


AREA UMANISTICA  linguistico-letteraria  Triennio

ITALIANO

LATINO

LINGUA STRANIERA

Finalità Leggere e comprendere testi complessi per contenuto (saggistica, critica letteraria ecc.) e per forma (testi letterari).

Saper esporre con chiarezza ed efficacia il proprio pensiero, motivando le proprie idee.

Saper esporre con chiarezza ed efficacia lessicale concetti astratti, contenuti complessi e lontani dall’esperienza quotidiana.

Saper  usare correttamente la lingua scritta producendo testi chiari e coerenti e facendo uso di un registro espressivo adeguato all’argomento trattato.

Saper collegare fra loro concetti e fenomeni culturali diversi appartenenti allo stesso periodo, individuandone la comune matrice storico-culturale; collegare concetti e fenomeni culturali analoghi appartenenti a periodi diversi, cogliendone le costanti e le trasformazioni.

Acquisire una prospettiva storica della letteratura italiana inserita nel contesto europeo.

Nell’ambito della cultura delle varie epoche, recepire la rilevanza della dimensione letteraria, intesa come espressione trasfigurata, secondo determinate categorie estetiche, di problematiche esistenziali o sociali.

Arricchire la maturazione della propria personalità attraverso gli stimoli  e l’ampliamento di orizzonte fornito dall’esperienza dello studio letterario, utilizzando  gli strumenti della cultura per la conoscenza di se stessi e del mondo.

Attraverso lo studio sistematico  e rigoroso della lingua e la pratica della traduzione, sviluppare le capacità logico- critiche, ampliare il patrimonio lessicale e approfondire la consapevolezza teorica dei fenomeni linguistici,  così da migliorare la competenza linguistica in italiano, la comprensione della lingua letteraria, lo studio delle lingue straniere, la capacità di orientarsi nella molteplicità dei linguaggi e dei mezzi di comunicazione.

Attraverso lo studio della cultura e letteratura latina, approfondire ed integrare la conoscenza complessiva dello sviluppo storico della cultura europea.

Saper comunicare oralmente e per iscritto con persone di diversa nazionalità (usando l’inglese come lingua veicolare) nei rapporti interpersonali , nel mondo dello studio e del lavoro.

Possedere il livello di conoscenza della lingua straniera necessario per la frequenza universitaria.

Aprirsi a comprendere e accettare culture e tradizioni diverse ed acquisire un’indispensabile apertura mentale per diventare cittadini europei e del mondo.

Arricchire il proprio patrimonio umano e culturale attraverso lo studio e la conoscenza di grandi opere della letteratura inglese.

Arricchire la propria competenza letteraria e consapevolezza storica attraverso l’integrazione ed il confronto fra la letteratura straniera e quelle italiana e latina.

Obiettivi Capacità di studio autonomo, di rielaborazione critica, di sintesi e di collegamento, anche interdisciplinare, degli argomenti studiati.

Capacità di sostenere un dialogo articolato sugli argomenti studiati.

Capacità di analizzare il testo letterario, di contestualizzarlo e di commentarlo usando il  lessico specifico.

Capacità di comprendere passi di critica letteraria, di esporne il contenuto, di utilizzarli per l’analisi dei  testi, di confrontare posizioni critiche differenti.

Capacità di effettuare, con la guida dell’insegnante, approfondimenti personali.

Capacità di produzione di testi scritti secondo le tipologie richieste per l’esame di Stato.

Conoscenza ed assimilazione di una adeguata quantità dei contenuti proposti.

 Acquisire una conoscenza morfosintattica e lessicale della lingua latina che consenta la lettura diretta e consapevole  dei testi classici.

Sapere tradurre in italiano chiaro e corretto, adeguato al genere testuale del passo latino.

Conoscere e comprendere la storia e i testi più significativi della letteratura latina sia per apprezzarne gli autonomi valori umani, culturali ed estetici, sia per riconoscere in essi le radici comuni della cultura europea moderna.

Conoscenza sicura ed adeguata delle strutture linguistiche.

Capacità di produzione autonoma corretta, orale e scritta.

Capacità di comprensione e rielaborazione di testi di vario genere.

Capacità di rielaborare in modo critico i contenuti di storia letteraria, di esporli usando il lessico specifico, di analizzare testi letterari di vari generi e autori.

Conoscenza delle tappe principali dello svolgimento storico della letteratura straniera, i maggiori autori e i testi più significativi.

Contenuti minimi comuni Classe terzaStoria della letteratura italiana dalle origini al Rinascimento.

Lettura di pagine delle opere più significative dei principali autori del periodo.

Dante, Divina Commedia, Inferno: lettura di circa dieci canti.

Classe terza

Sintassi del verbo.

Storia della letteratura latina dalle origini all’età di Cesare.

Letture di passi di Cesare e/o di altri storici, letture antologiche di Catullo e dei poeti elegiaci (indicativamente).

Classe terzaRafforzamento delle strutture e funzioni acquisite nel Biennio.

Ampliamento lessicale.

Lettura di testi di vario argomento, letterari e non.

Storia della letteratura inglese dalle origini al secolo XVI: la letteratura antico inglese, il poema epico e le elegie; la letteratura medievale, la ballata popolare e il dramma medievale; il sonetto e il teatro Elisabettiano.

Sperimentazione linguistica: francese

Storia della letteratura francese dalle origini al XVI secolo: la letteratura epica, la letteratura cortese, il teatro, i generi poetici. Il Rinascimento: Rabelais, la Pléiade, Montaigne.

Classe quartaStoria della letteratura italiana dal secolo XVI al secolo XVIII.

Lettura di pagine delle opere più significative dei principali autori del periodo.

Dante, Divina Commedia, Purgatorio: lettura di circa dieci canti

Classe quartaRafforzamento delle conoscenze sintattiche e delle capacità di interpretazione e traduzione dei testi latini.

Storia della letteratura latina dell’età Augustea.

Letture di passi di Livio; lettura antologica di Virgilio e Orazio (indicativamente)..

Classe quartaRafforzamento ed ampliamento delle competenze linguistiche sia scritte che orali .

Lettura e analisi di testi, letterari e non, di diversi generi ed autori.

Storia della letteratura inglese dei secoli XVII e XVIII: la poesia metafisica, il Puritanesimo, la Restaurazione, l’età Augustea, il giornalismo e la nascita del romanzo, il Preromanticismo (poesia cimiteriale e romanzo gotico).

Sperimentazione linguistica: francese

Storia della letteratura francese dei secoli XVII e XVIII: la “grandeur héroique”, il Barocco, il Classicismo, il Teatro.

Classe quinta

Storia della letteratura italiana dei secoli XIX e XX.

Lettura di pagine delle opere più significative dei principali autori del periodo.

Dante, Divina Commedia, Paradiso: lettura di circa dieci canti

Classe quinta

Affinamento delle capacità di traduzione dei testi latini in  prosa e in poesia.

Storia della letteratura latina dell’età imperiale e tardoantica.

Letture antologiche di  Lucrezio e di Cicerone (indicativamente).

Classe quinta

Storia della letteratura inglese dei secoli XIX e XX: il Romanticismo, l’età Vittoriana, autori del XX secolo,  scelti anche in base ai percorsi multidisciplinari proposti  nel consiglio di classe.

Sperimentazione linguistica: francese

Storia della letteratura francese dei secoli XIX e XX: il Romanticismo, il Realismo, il Simbolismo, il Naturalismo. La poesia, il teatro, l’evoluzione del romanzo, la letteratura impegnata, l’assurdo.

Verifica Almeno tre verifiche scritte a quadrimestre, nelle tipologie previste per l’esame di Stato.

Almeno due verifiche valide per l’orale a quadrimestre: interrogazione o test delle tipologie previste per la terza prova dell’esame di Stato.

Almeno tre verifiche scritte a quadrimestre: traduzione o altre forme di verifica della competenza linguistica.

Al meno due verifiche valide per l’orale a quadrimestre: interrogazione o test di  varie tipologie.

Almeno tre verifiche scritte e due orali a quadrimestre.

Tipologia  prove scritte: prove strutturali, analisi del testo, composizione, comparazione, comprensione, questionari, traduzione.

Tipologia verifiche orali: esposizione, rielaborazione, dibattito, verifiche in laboratorio.

Recupero In itinere in orario curricolare.

Eventuali corsi extracurricolari per  alunni in difficoltà.

In itinere in orario curricolare.

Eventuali corsi extracurricolari per  alunni in difficoltà.

In itinere in orario curricolare.

Eventuali corsi extracurricolari per  alunni in difficoltà.


AREA UMANISTICA  storico-filosofico-artistica  Triennio

FILOSOFIA

STORIA

DISEGNO – STORIA ARTE

Finalità Educare alla ricerca, cioè alla capacità di interrogarsi sulla realtà alla ricerca di una verità personalmente argomentata.

Educare alla capacità di ragionare in modo rigoroso, sia nel momento della definizione di un problema, sia nella procedura messa in atto per risolverlo.

Contribuire alla comprensione delle principali coordinate culturali delle varie epoche della storia della cultura occidentale.

Acquisizione di conoscenze e competenze atte a recuperare la memoria del passato, a orientarsi criticamente nella complessità dei presente e ad aprirsi verso le problematiche dei mondo contemporaneo .

Educare alla comprensione e all’uso delle testimonianze.

Educare alla consapevolezza della complessità del fatto storico.

Comprendere che lo studio del passato è funzionale all’intelligenza del presente e contribuisce a educare al confronto ideologico e culturale con gli altri.

Formare una personale coscienza politica e civile per orientarsi criticamente nel mondo contemporaneo.

Saper vedere, come educazione all’analisi e all’osservazione.

Saper comprendere i sistemi di rappresentazione spaziale, grafica e pittorica, sia sotto l’aspetto tecnico (p. es. la prospettiva) sia dal punto di vista storico-culturale.

Saper usare le tecniche grafiche di rappresentazione formalizzata in modo autonomo, consapevole e creativo, utilizzandone anche le potenzialità espressive ed estetiche.

Conoscere le linee essenziali dello sviluppo storico della pittura, della scultura  e dell’architettura dall’antichità  al Novecento con riferimento agli autori ed alle opere più significativi.

Sviluppare la sensibilità estetica.

Obiettivi Riconoscere e utilizzare il lessico e le categorie essenziali della tradizione filosofica.

Analizzare testi di autori filosoficamente rilevanti.

Individuare analogie e differenze tra concetti, modelli e metodi dei diversi campi conoscitivi.

Avviare alla conoscenza dei principali problemi filosofici e alla comprensione, almeno nelle linee essenziali, del loro significato e della loro portata storico-teoretica.

Conoscere il pensiero dei filosofi più significativi.

Confrontare e contestualizzare le differenti risposte dei filosofi allo stesso problema.

Individuare e analizzare problemi significativi della realtà contemporanea, considerati nella loro complessità.

Utilizzare riferimenti ed argomenti studiati per definire una propria posizione argomentata, su un problema significativo.

Avviare alla consapevolezza della storia come problema.

Saper utilizzare le categorie concettuali e i termini propri del linguaggio storico.

Conoscere i principali eventi storici e le caratteristiche fondamentali delle epoche considerate dal punto di vista economica, sociale, politica e culturale.

Saper osservare e identificare un fenomeno o un problema storico nella sua complessità ed elaborarne ipotesi esplicative.

Rendersi conto dei problemi e delle principali tese storiografiche nei loro termini essenziali .

Essere consapevoli dei principali approcci metodologici alla Storia .

Saper utilizzare alcuni strumenti (ricerca ed analisi di una bibliografia, schedatura di monografie ecc.) finalizzati allo sviluppo di ricerche personali.

Saper documentare il risultato dei proprio lavoro.

Disegno

Comprensione e assimilazione degli argomenti

Capacità di corretta risoluzione grafica secondo le norme UNI nel tempo assegnato.

Storia dell’Arte

Conoscenza di una adeguata quantità dei contenuti proposti.

Capacità di analisi delle opere proposte

Uso corretto della terminologia

Contenuti minimi comuni Classe terza

I Presocratici

I Sofisti e Socrate

La filosofia di Platone

La filosofia di Aristotele

Classe terza

La crisi dei Trecento

Umanesimo e Rinascimento

Le scoperte geografiche e la colonizzazione del nuovo mondo

Riforma e Controriforma

Nascita e sviluppo dello stato moderno

Classe terza

Disegno

Proiezioni ortogonali di figure piane e di solidi e di solidi completamente inclinati ai piani e realizzate con particolari metodi (piano generico ribaltato) e solidi sezionati e intersecati.

Teoria delle ombre geometriche in proiezioni ortogonali.

Storia dell’Arte

Civiltà artistica paleocristiana, romanica e gotica, con analisi di alcune opere e autori più significativi.

Classe quarta

Linee essenziali della filosofia medievale

Aspetti della filosofia del Rinascimento

La rivoluzione scientifica

Temi della filosofia del ‘600 e ‘700

I. Kant.

Classe quarta

Riforme e rivoluzioni nell’età dei Lumi

La Rivoluzione francese

La rivoluzione industriale

L’età della Restaurazione

Il Risorgimento italiano

Economia, società e politica nella seconda metà dell’Ottocento.

Classe quarta

Disegno

Prospettiva centrale e accidentale con vari metodi applicativi di figure piane, solidi geometrici e semplici volumi architettonici dati in proiezioni ortogonali.

Storia dell’Arte

Caratteri generali di architettura, scultura e pittura del Primo e Secondo Rinascimento, del Manierismo e del Barocco, con analisi di alcune opere e autori più significativi.

 

Verifica

Almeno due verifiche a quadrimestre, di varie tipologie:

colloquio, questionario, relazione, test pluridisciplinari come richiesti per il nuovo esame di Stato.

Almeno due verifiche a quadrimestre, di varie tipologie:

colloquio, questionario, relazione, test pluridisciplinari come richiesti per il nuovo esame di Stato.

Disegno

Almeno due elaborati grafici a quadrimestre.

Storia dell’Arte

Almeno due verifiche quadrimestrali con test di tipologie differenziate.


EDUCAZIONE FISICA

RELIGIONE

Finalità Concorrere, insieme con le altre discipline, con le componenti educative specifiche della Educazione Fisica, alla formazione personale del giovane e all’inserimento del cittadino studente nella società civile, nella piena padronanza dei propri mezzi.

Aiutare il giovane a maturare una autonoma consapevolezza critica sul valore delle attività sportive,  per orientarsi correttamente nella scelta individuale delle discipline senza subire il condizionamento dei mass media.

Contribuire alla prevenzione dei danni derivanti dall’ipocinetosi (vita sedentaria), come per esempio le malattie causate dalle posture sbagliate e dalle scorrette abitudini alimentari.

Sensibilizzare il giovane nei confronti dell’esperienza religiosa e della dimensione del sacro, a partire dai grandi interrogativi esistenziali della condizione umana, in riferimento alla proposta della religione cattolica.

Aiutarli a definire un sistema valoriale criticamente rielaborato e responsabilmente assunto a livello personale, a partire dal confronto con quello proposto dalla religione cattolica.

Fornire una conoscenza adeguata della tradizione religiosa giudaico-cristiana in quanto componente significativa della storia della cultura occidentale.

Fornire conoscenze sulle altre grandi religioni, anche per favorire la tolleranza e il dialogo interculturale

Obiettivi Potenziamento fisiologico.

Rielaborazione degli schemi motori.

Sviluppo della socialità e del senso civico.

Conoscenza e pratica delle attività sportive.

Informazioni fondamentali sulla tutela della salute e prevenzione degli infortuni.  

Conoscenza dei contenuti essenziali della religione cattolica.

Capacità di riconoscere ed apprezzare i valori religiosi.

Capacità di riferimento corretto alle fonti bibliche e ai documenti.

Comprensione ed uso dei linguaggi specifici.

Capacità di cogliere i nessi interdisciplinari.

Contenuti minimi comuni Classi prime

Cosa si deve sapere: conoscenza di regole e componenti.

Cosa si deve saper fare: attività motorie di base quali correre, saltare, lanciare, arrampicarsi, equilibrarsi, ecc.

Conoscenza e pratica ed eventuale recupero delle attività motorie di base.

Classi seconde

Conoscenza e pratica attività sportive di base

Biennio

Il problema religioso: le più’ profonde domande sul senso della vita in prospettiva religiosa; i valori dell’uomo e  la ricerca di Dio.

Le molteplici e varie manifestazioni dell’esperienza religiosa e gli elementi fondamentali che la qualificano.

La conoscenza delle fonti essenziali del Cristianesimo, particolarmente della Bibbia.

La vicenda storica di Cristo e il suo messaggio.

La conoscenza e il confronto tra il Cristianesimo e le altre religioni  (lettura di testi).

Riferimenti a tematiche giovanili e di attualità.

Classe terza

Perfezionamento (approfondimento) attività  sportive scolastiche

Classe quarta

Conoscenza aspetti complementari attività  motorie e sportive.

Classe quinta

Preparazione esame di Stato.

Triennio

Il problema di Dio: la ricerca dell’uomo, la “via” delle religioni.

Le questioni del rapporto fede-ragione, fede-scienza, fede-cultura.

Il confronto e il dialogo con le altre confessioni cristiane, con le religioni non cristiane e con i “sistemi di significato” non religiosi.

I momenti peculiari e significativi della storia della Chiesa.

Il linguaggio, le fonti, le maggiori espressioni storiche, culturali e artistiche del fatto religioso.

Il problema etico dal punto di vista cristiano: la bioetica, la sessualità, i diritti umani fondamentali.

Riferimenti a tematiche di attualità e alle problematiche culturali interdisciplinari.

Ricerche e relazioni degli alunni.

Recupero In itinere. In itinere.
Verifica La valutazione sarà sempre riferita al livello di partenza dei singoli allievi e le verifiche effettuate durante l’anno verranno rapportate ai dati iniziali. La valutazione finale terrà conto dei miglioramenti relativi e naturalmente della partecipazione e dell’impegno dimostrati. Almeno due verifiche a quadrimestre, una scritta e una orale.

VALUTAZIONE

La valutazione viene espressa in voti da 1 a 10 ed è effettuata verificando nelle varie prove il raggiungimento degli obiettivi proposti. Nel documento del consiglio di classe (P.I.F.) saranno indicati in modo analitico l’articolazione più precisa degli obiettivi secondo i livelli (classe prima, seconda, ecc.) per le varie materie e i conseguenti criteri di valutazione specifici, stabiliti dai Dipartimenti per Materie e dai singoli docenti.


VALUTAZIONE DI FINE ANNO

In base alla comunicazione fornita alle famiglie, i criteri per lo svolgimento degli scrutini finali dell’a.s. 2002/2003, approvati dal Collegio Docenti del 20 Maggio 2003, sono i seguenti: 1) le valutazioni riportate in ciascuna disciplina; 2) il profilo scolastico di ogni studente e la partecipazione attiva al dialogo educativo; 3) le capacità e le attitudini ad organizzare autonomamente ed in modo costruttivo il proprio studio, considerando, per coloro che riportassero insufficienze non gravi in alcune discipline, la possibilità di raggiungere nell’anno scolastico successivo gli obiettivi formativi e di contenuto propri delle discipline interessate; 4) il curriculum degli anni precedenti, con particolare attenzione ai casi di difficoltà o lacune persistenti nelle stesse materie. Per l’attribuzione del credito scolastico (art. 11 e 15 D.P.R. 323/98), si procederà nel modo seguente: in via preliminare si attribuiscono i voti sulla base delle proposte avanzate dai singoli docenti, di tali voti si calcola la media matematica e si individua la banda prevista dalle tabelle ministeriali entro cui inserire la valutazione finale; in presenza di debiti scolastici si ottiene automaticamente il voto più basso della banda; in mancanza di debito scolastico il Consiglio di Classe stabilirà, caso per caso, se attribuire il voto superiore della banda per meriti scolastici e/o per meriti formativi. In ogni caso, pur in assenza di debito scolastico e pur in presenza di valida documentazione di attività extrascolastica riconosciuta, il Consiglio di Classe può decidere di non attribuire il credito formativo a causa di un comportamento generale non in sintonia con i doveri di corretto comportamento e di serietà di impegno dello studente.
Concorrono a determinare il credito scolastico (art. 11 D.P.R. 323/98) più elementi di valutazione, sia quelli derivanti dalle esperienze scolastiche dello studente, sia quelli legati ad eventuali esperienze formative (chiamati appunto crediti formativi) maturate al di fuori della normale attività scolastica, coerenti con il tipo di corso a cui si riferisce l’esame e debitamente documentate Per quanto riguarda le lingue straniere, verranno accettate come esperienze formative che danno quindi diritto al credito quelle certificate da un positivo risultato d’esame riconosciuto a livello internazionale.

Gli studenti che abbiano riportato insufficienze non gravi in una o più materie (voti con asterisco sul tabellone dei risultati finali) e che vengano giudicati idonei alla classe successiva dovranno dare prova di essere in grado di superare le difficoltà e di saldare il “debito scolastico”. Alle famiglie di questi studenti verranno comunicate, per iscritto, le carenze e i voti proposti dai docenti in sede di scrutinio e le discipline in cui l’alunno non ha raggiunto la sufficienza. Tali studenti, dichiarati idonei alla classe successiva ai sensi della normativa vigente, dovranno dimostrare di essersi impegnati con uno studio serio e costante durante le vacanze estive, svolgendo i compiti assegnati dai propri docenti. Secondo quanto deliberato dal Collegio Docenti, le verifiche del recupero si svolgeranno con le scadenze del 30/IX/2003 ed eventualmente, in caso di mancato superamento della prova, con una seconda verifica che verrà effettuata entro il 31/X/2003.

Mercoledi
28
Ottobre 2015
Cerca:

dove:

 

 

 

counter

counter
visitatori:87244
pagine:369177

 

Login